Tutte le patologie trattate

Contatti

Hai domande o vuoi prenotare una visita?

Home/Infertilità maschile
Infertilità maschile: Cause, Sintomi e Trattamenti - Dott. Roberto Castellucci

Cosa si intende per Infertilità maschile?

Una coppia viene definita infertile se dopo un anno di rapporti completi, continuativi, ed in assenza di misure contraccettive non giunge a concepimento. In una coppia su 4 non esistono problematiche evidenti che potrebbero portare all’infertilità . Possiamo distinguere due tipi di infertilità : una primaria (caratteristica di quelle coppie che non hanno mai avuto figli) ed una secondaria (coppie che hanno già avuto figli e non riescono ad averne altri).

Quali sono le sue cause?

Si distinguono tre tipologie di cause:

  • Pre-testicolari: dovute a problematiche relative all’asse ipotalamo ipofisario.
  • Cause testicolari: dovute a Insulti testicolari che agiscono alterando la funzionalità delle cellule del testicolo (es. criptorchidismo, varicocele, torsione testicolare, anomalie cromosomiche).
  • Cause post-testicolari( anche dette ostruttive): dovuta alla difficoltà che hanno gli spermatozoi di uscire all’esterno.

Quali sono i sintomi?

Non ci sono sintomi. La diagnosi viene posta dopo lunghi periodi di rapporti sessuali non protetti senza il concepimento. Per tale ragione nella coppia infertile è molto importante andare a studiare a fondo sia la componente maschile che femminile.

Come fare la diagnosi?

I primi esami da fare nel maschio sono

  • Spermiogramma: consiste nella raccolta dello sperma dalla cui analisi derivano informazioni utili sul numero , motilità forma e stato si salute generale degli spermatozoi. E’ necessario che la raccolta venga effettuata dopo 3 giorni di astinenza possibilmente al laboratorio analisi stesso.
  • Profilo ormonale: è importante studiare l’asse ipotalamo-ipofisi-gonade attraverso la valutazione di 3 ormoni : FSH. LH e Testosterone.
  • EcoColorDoppler di testicoli e vasi spermatici: può fare diagnosi di varicocele , anche subclinico, e alterazione della struttura interna ai testicoli nonché, molto importante, valutare il volume dei testicoli stessi.

Quali trattamenti esistono?

Trattamento chirurgico

A causa dell’innumerovoli motivazioni che portrebbere creare uno stato di ipofertilità, non esiste una terapia unica. La terapia, che può essere medica o chirurgica, sarà orientata sulla base della causa principale.

Nel 25% circa degli uomini infertili non si riesce però ad identificare una causa certa della loro condizione (si parla di infertilità idiopatica); questi pazienti si possono giovare di un trattamento empirico. Per trattamento medico possiamo avvalerci di ormoni o semplicemente di integratori . Per il trattamento chirurgico invece si può variare dal trattamento del varicocele alla estrazione degli spermatozoi direttamente dal testicolo ( TESE, MicroTese, PESA/MES… ). Ogni terapia, che sia medica o chirurgica, deve essere attentamente valutata caso per caso. Negli ultimi anni è stato riscontrato che le abitudini alimentari e gli stili di vita diversi possono avere un grande impatto negativo sul normale processo che porta allo sviluppo degli spermatozoi.